E’ intangibileinafferrabileindefinibile.      Eppure è capace di cambiare il mondo.

Stiamo parlando del pensiero e delle sue infinite manifestazioni: arte, musica, poesia, filosofia, teorie scientifiche…
La nostra associazione vuole promuovere il pensiero, offrendo eventi e incontri capaci di dare voce alla creatività umana nelle sue innumerevoli forme, senza preconcetti né preclusioni. Ci piace ascoltare le tante voci (spesso contrastanti)  che caratterizzano il nostro essere umani, qualunque sia la loro provenienza e  qualunque sia la loro epoca.

Per riflettere, pensare, dubitare, dibattere, emozionarsi, sognare. In poche  parole: per vivere.

EVENTI

 “Leggere paura è assegnare alle storie un compito antico, quello di incanalare ciò che non possiamo capire, ciò che non ci possiamo spiegare, in un simbolo: dar corpo alla nostra inquietudine facendola diventare un personaggio o un’azione. Leggere paura allora non fa male: fa bene, anzi, se riusciamo ad avere abbastanza da leggere, se riusciamo a vivere questa dimensione simbolica senza restarne soffocati, se siamo noi a maneggiare i simboli e non viceversa…leggere paura è delicato: perché la lettura ha contemporaneamente bisogno di spazi intimi e di spazi di condivisione; ha bisogno di una condivisione intima, e questo oggi ce lo neghiamo in continuazione.
La lettura parla anche delle cose cui abbiamo rinunciato o che forse non potremmo essere: è un posto festoso, ma è anche un posto infestato. È il luogo di tutte le cose che non possiamo sconfiggere, ma con cui dobbiamo convivere. Leggere non per capire: ma per non capire, semplicemente per dar corpo e gettare i semi di una futura comprensione. (Beniamino Sidoti)

Ànemos odv partecipa quest’anno  eventi di Castelbellino Arte 2022  con il reading musicale – introdotto da Marco Ghergo – delle poesie di Cristiano Bufarini tratte dalla raccolta “Come giovani leoni colmi di pietà”, edita da Le Mezzelane.

Le note sognanti di Serena Cavalletti al violino e di Sara Bonci alla tastiera unite ai versi, a tratti ruvidi e a tratti colmi di pietà e speranza, di Bufarini hanno fatto vibrare le corde del pubblico, regalando attimi di grande intimità.

Il vento soffia soprattutto nelle pagine dei libri. C’è una magia nel vento. Il vento può inquietare o dare sollievo. Attraverso la scoperta dei libri altrui, scopriamo sempre di più noi stessi”(Cristina Corsini). In linea con lo spirito peculiare dell’associazione attenta a promuove il coesistere di pensieri, voci e caratteristiche differenti, che però insieme costituiscono il prisma sfaccettato e nello stesso tempo ricco dell’umano,l’associazione Ànemos ha proposto venerdì primo luglio a Palazzo Bisaccioni, la voce interiore e luminosa di Giuliana Geusa.

ULTIMI ARTICOLI